Gli interporti di riferimento per la spedizione ed il ritiro delle merci degli operatori del territorio sono: Guasticce (LI), Gonfienti (PO), Sarzana (SP), Bologna. E' importante notare la carenza di servizi intermodali e ferroviari degli interporti toscani. Il bacino d'utenza attualmente presente nel territorio di Pontedera è costituito da importanti realtà della logistica e della grande distribuzione italiana oltre che dalla Piaggio e dalla realtà produttiva e manifatturiera insediata nei territori limitrofi.

I principali porti utilizzati per la spedizione e ritiro merci dagli operatori della zona sono: Livorno,La Spezia ed in minima parte Piombino.
La situazione attuale vede costretti molti operatori insediati sul territorio di Pontedera a dover ricorrere, per la spedizione e ricezione delle merci su ferro, all'utilizzo di stazioni quali Pisa S.Rossore (Toscana Pallets) e Livorno Calambrone con inevitabili ricadute economiche ed ambientali dovute alle rotture di carico necessarie per lo spostamento delle merci su gomma verso le stazioni ferroviarie suddette. Tutta la competitività di un territorio votato, per la sua posizione geografica, alla produzione e gestione dei traffici merci è attualmente delegato al trasporto su gomma.

PIANO DI AREA VASTA

Porto Ferroviario della Valdera

Porto Ferroviario Livornese

Linea ferroviaria Aeroporti Toscani

Deutsch (DE-CH-AT) English (United Kingdom) Italian - Italy